Gatto o felino domestico

24/05/2017
sei in HomePage / Animali domestici / Gatto o felino domestico
Gatto o felino domestico
Pulizia del gatto
Valutazioni da fare prima di prendere un gatto

Tra gli animali domestici, i gatti occupano sicuramente un posto particolare per bellezza ed eleganza.

Il gatto al pari del leone della tigre o del puma, è un animale solitario e individualista, poco incline a giocare la parte del gregario e comunque in ogni caso si pone alla pari rispetto al padrone.

In questa rubrica daremo voce alla vostra voce che racconta le mille sfaccettature riguardanti l'alimentazione, le abitudini e le cure di cui necessitano i gatti e come giocare con loro in modo costruttivo.

I felidi sono una famiglia di mammiferi dell'ordine dei carnivori che include due sottofamiglie:

- i panterini a cui appartiene ad esempio: leone, tigre, leopardo, giaguaro;

- i felini a cui appartiene: ghepardo, puma, lince e il gatto domestico.

Il nostri gatti domestici benchè siano grandi estimatori della comodità e della compagnia dell'uomo, hanno molte caratteristiche in comune con i parenti selvatici.

Il gatto domestico ha lo stesso tipo di muscolatura, un corpo progettato per saltare e cacciare e lo stesso tipo di pelliccia dei grandi felini della giungla e della savana.

In effetti i gatti non sono altro che specie selvatiche di taglia più piccola e che, nel corso del tempo, hanno abbandonato la vita selvatica per coabitare con l'uomo.

A questo livello la linea di confine tra animale selvatico e domestico resta piuttosto indistinta.

E' certo che, pur possedendo in apparenza un cervello più piccolo rispetto al cugino selvatico, se costretto dalle circostanze, il felino domestico può facilmente fare ritorno alla vita indipendente e girovaga appunto tipica di un predatore.

I libri di settore e moltissimi esperti sostengono la non veridicità rispetto al fatto che a ciascun anno di vita di un uomo corrispondano sette anni di vita di un gatto.

Il rapporto di età anagrafica tra uomo e gatto viene espresso rispettivamente con due valori numerici che corrispondono ad anni, come di seguito riportato:

- 18 mesi di vita di un gatto corrispondono 20 anni di un uomo;

- 2 anni di vita di un gatto corrispondono 24 anni di un uomo;

- 4 anni di vita di un gatto corrispondono 32 anni di un uomo;

- 6 anni di vita di un gatto corrispondono 40 anni di un uomo;

- 8 anni di vita di un gatto corrispondono 48 anni di un uomo;

- 10 anni di vita di un gatto corrispondono 56 anni di un uomo;

- 12 anni di vita di un gatto corrispondono 64 anni di un uomo;

- 14 anni di vita di un gatto corrispondono 72 anni di un uomo;

- 16 anni di vita di un gatto corrispondono 80 anni di un uomo;

- 20 anni di vita di un gatto corrispondono 100 anni di un uomo.

Un pò di storia del gatto !

Fino ai primi anni del ventesimo secolo la famiglia dei gatti comprendeva più di 230 specie, ora ridotte a meno di 30, molte si sono estinte infatti perché l'uomo cacciava e uccideva i gatti per ricavarne la pelliccia.

Il gatto venne addomesticato dalle comunità agrarie per impiegarli come strumento per uccidere i topi portatori di malattie anche gravi tra cui la peste.

Nell'antico Editto, circa 3500 anni fa, i gatti acquisirono uno status ben superiore a quello di semplici acchiappatopi.

I gatti erano adorati come simbolo di fertilità e, in alcune famiglie, alla loro morte venivano mummificati.

Il gatto domestico fece la sua prima comparsa in estremo oriente intorno al 2000 avanti cristo, forse derivato dal gatto del deserto asiatico.

Nell'antica Roma e in Europa il gatto simboleggiava la libertà e presto si diffuse l'abitudine di nasconderne alcuni nei loro viaggi di ritorno dall'Egitto per portarli nelle zone conquistate, dove catturavano i topi.

In effetti, probabilmente il gatto domestico è stato salvato proprio per le sue doti di cacciatore.

Con la caduta dell'Impero romano il gatto perse via via popolarità e per più di 700 anni dopo l'anno Mille, i gatti furono associati alle streghe e al maligno e come tali ampiamente perseguitati.

Il gatto domestico ritornò ad essere apprezzato intorno al XVII secolo, ma solo nel corso del XIX secolo si riaccese l'interesse attorno a questi felini sotto forma di mostre, nell'ambito delle fiere di campagna e non solo fino ad emulare le sue abitudini di cacciatore nel famoso cartone animato -

In tantissime avete scritto stupende esperienze personali che consentono di rispondere a domande del tipo:

come comprendere il linguaggio del gatto ?

Linguaggio dei gatti attraverso i morsi ?

Linguaggio dei gatti attraverso i miagolii ?

Linguaggio dei gatti con gli occhi ?

Linguaggio dei gatti con la coda ?

Linguaggio dei gatti con zampe ?

Linguaggio dei gatti xon il corpo ?

Gatti il linguaggio dei felini ?

Ad esempio è emerso che anche dall'espressione del musetto di un gatto si può arrivare a capire il suo stato emotivo.

Insomma dedicheremo tanti approfondimenti che riguarderanno il nostro amato gattino senza trascurare argomenti riguardanti il linguaggio dei gatti, il peso ideale del gatto, le razze dei gatti e l'Anagrafe Nazionale Felina.

Ricordatevi sempre che l'adozione di una gatto deve essere sempre una scelta riflettuta a lungo e ben ponderata: un micio è per tutta la vita!

I nostri gatti sono dei veri e propri componenti della famiglia e, come tali, meritano il meglio soprattutto in fatto di coccole ed alimentazione.

La rubrica è implementata dalle vostre riflessioni e condivisioni sul mondo dei gatti ed è dedicata a chi ama i gatti e ci tiene alla loro salute e alla loro felicità.

Una frase d'introduzione a questa lungimirante rubrica dal titolo Amici gatti è la seguente: dio creò il gatto perchè l'uomo potesse accarezzare una piccola tigre.

Questa rubrica ha l'obiettivo di curiosare e condividere tutto sui gatti nella consapevolezza che nel prendersi cura dei gatti stessi non si smette mai di imparare.

Saranno oggetto di approfondimento le seguenti tracce:

il gatto è un animale notturno ?

il gatto ama giocare ?

al gatto piace simulare la sfida con un altro gatto?

al gatto piace stare in alto?

Non mancherà il racconto scaturito dall'esperienza di vere amanti dei gatti rivolto a chi invece non ha mai vissuto con un gatto e non può sapere che quest'ultimo non si affeziona solo alla casa che lo ospita ma anche al suo padrone, dato che ogni micio soffre la mancanza del suo padrone...proprio come un cane.

Solo che non lo dà a vedere!

Dedicheremo al gatto tutta una serie di approfondimenti scaturiti dall'esperienza di gestirlo come se fosse un membro della nostra famiglia.

Ad esempio non cedete mai all'idea di tirarlo fuori dal trasportino mentre siete con lui in automobile, a meno che insieme a voi non ci sia qualcuno altro che lo possa tenere.

Non promuoviamo il consumismo ma, gli accessori che a ciascun micio non devono mai mancare sono: cuccia, cuscino, lettiera e apposita sabbia, due ciotole per il cibo e una per l'acqua, trasportino.

Si può fare anche almeno di acquistare collarino, pettorina e guinzaglio, maglietta con il nome e gattaiola o tira graffi.

Se osservate una gatta con i suoi piccoli, noterete che per trasportarli li afferra per la collottola.

Quando viene sollevato il gattino mostra un riflesso innato che è quello di appallottolarsi in un fagottino immobile: non si muoverà fino a quando la mamma non l'avrà messo giù.

La pelle lassa della collottola diventa meno evidente man mano che il gatto cresce.

Benchè è sempre possibile sollevare un gatto in questo modo, di fatto se il gatto è adulto è preferibile utilizzare questo modo solo quando è assolutamente necessario, nel caso in cui si debba operare un controllo immediato, per esempio durante la visita dal veterinario.

Per un gatto adulto e pesante, prendendolo per il collo gli si potrebbe fare involontariamente male.

Esistono svariati tipi di cuccia per gatti asseconda dell'ambientazione in cui si decide di tenerlo ma, in ogni caso, per l'interno è preferibile una cuccia dai bordi alti e rivestiti di tessuto imbottito, tali cucce sono facili da lavare periodicamente e danno al gatto l'opportunità di rannicchiarsi comodamente.

Prevediamo di raccontare tantissime esperienze sull'ambiente ideale per un gatto domestico, l'alimentazione, il comportamento del gatto, come tutelare la salute del gatto, come scegliere le razze dei gatti e tanto altro ancora.






disclaimer



novità